50° anniversario Gruppo Alpini
ottobre 2011
Gita Alpini diga Vajont
21 giugno 2014
Chiesa di S. Egidio

50° Anniversario Alpini

Bagnolo, 9 Ottobre 2011.

Grande evento a Bagnolo di Nogarole Rocca. Il gruppo alpini di Bagnolo organizza una parata per festeggiare il cinquantesimo anniversario della nascita degli Alpini di Bagnolo. Grande festa per un evento unico.

  • Monumento Alpini Il monumento in onore agli Alpini di Bagnolo
  • 50° Anniversario Alpini Sfilata banda
  • Sfilata Alpini Sfilata Alpini Bagnolo

SUL CAPPELLO CHE NOI PORTIAMO…

 

La severa sconfitta subita dal Regio Esercito Italiano nel corso della 3a Guerra d'Indipendenza (1866) fu la causa primaria che portò alla costituzione, nell'ottobre dell'anno 1872, del Corpo degli Alpini, con l'intento primario di interdire il transito di reparti austriaci lungo le valli di confine, diretti alla pianura Padana. I soldati Alpini, reclutati sul posto ed avvezzi ai disagi ed alla durezza della vita di montagna, avrebbero, così, garantito l'impenetrabilità dei confini d'Italia. Tuttavia, nati per operare in montagna, gli Alpini e gli Artiglieri da Montagna (nati nel 1878) si ritrovarono a combattere spesso in terreno inadatto ai loro mezzi: in pianura, se non addirittura nel deserto africano.La Domenica del Corriere

Il "Battesimo del Fuoco" avvenne nel 1897, in Eritrea dove alla conquista di. quelle lontane terra prese parte il I Battagli.one Alpini d'Africa (Magg. Menini) che s'immolò ad Adua, perdendo l'80°/o dei suoi. effettivi e conquistando le prime Medaglie d'Oro al Valor Militare. Non solo, s'andò ben più lontano, poco dopo. Nel corso della "Rivota dei Boxers" , in Cina nel 1900, infatti, il Corpo di Spedizione Italiano - inserito nel Contingente Internazionale inviato per riportare la calma in quel grande e misterioso Paese - comprendeva due Batterie d'Artiglieria da Montagna. Successivamente, tutti. gli Reggimenti. Alpini esistenti all'epoca presero parte, con loro Battaglioni

 

alla Campagna di Libia (1911-13), dove i soldati della montagna dovettero lasciare a casa, per opportunità, i fedeli muli entrati in servizio nel 1878, per adottare i più adatti (anche se scomodi) cammelli e dromedari. Furono 88 i Battaglioni Alpini che successivamente presero parte alla Grande Guerra 1915-18. Poco più di 1250 giorni di guerra sulle più aspre vette delle Alpi, combattuti tra enormi difficoltà ambientali. Circa 35.000 furono le "Penne Mozze" e 78.000 gli. Alpini feriti. Nel corso del Ventennio, Unità Alpine operarono in Africa Orientale Italiana, nel 1935, per contribuire alla conquista dell'Impero. Troppo noti. sono gli eventi connessi con la 2a Guerra Mondiale, sull'aspro Fronte Occidentale, in Africa Orientale, nella terribile Campagna Balcanica e nella Lontana, inospitale, spietata e gelida terra di Russia. Oggi, dopo aver vigilato i confini patrii. per 40 anni, in ambito NATO, le Brigate Alpine operano in Balcania, Africa e Medio Oriente, nel contesto di. Missioni. di Pace garantite dall'ONU - avendo congedato i fedeli muli e incorporato, nel 2002, le ragazze d'Italia -operando con immutato spirito di Corpo e fedeltà alle Istituzioni.

 

Altro in questa categoria: Bagnolo di Nogarole Rocca »