50° anniversario Gruppo Alpini
ottobre 2011
Gita Alpini diga Vajont
21 giugno 2014
Chiesa di S. Egidio

SOLIDARIETA’ E PROTEZIONE CIVILE

Il concetto di Solidarietà verso il prossimo ha sempre fatto parte del DNA Alpino, perché la vita, l'operare, il sentire questo sentimento profondo nasce facilmente in chi ha dovuto forgiare il proprio carattere secondo le dure, ma naturali Leggi della montagna. E dovendo operare in un ambiente così severo ecco che il sentimento dell'essere solidale con chi in qualunque momento ha difficoltà o soffre è intrinseco. La guerra, d'altro canto, ha imposto altre dure leggi che hanno fortificato il soldato che, tornato a casa, può guardare al prossimo con sentimenti di comprensione, propenso ad allungare una mano. Al di là dei tanti interventi a favore di chi soffre o ha bisogno svolti giornalmente nell'ambiente alpino ecco che al domani del terribile terremoto che mise in ginocchio il Friuli, nel 1976, si fece sentire l'idea di dar vita ad un'organizzazione efficiente e capillare che potesse intervenire in caso di necessità con immediatezza e capacità operativa. L'idea prese corpo proprio a Verona, dove poco dopo, nella villa Arvedi dove venne costituita dalla Sezione ANA di Verona la “1a Squadra Sezionale di Soccorso”.

 

 

Oggi la Protezione Civile è una splendida realtà invidiata ovunque, capace d'intervenire in ogni angolo d'Italia, e se richiesta, del mondo. La Protezione Civile della Sezione ANA di Verona è articolata su 12 Squadre d'intervento, alle quali s'aggiungono i Nuclei Specialistici. Ma sono tanti altri, meno visibili ed eclatanti, ma parimenti utili per la collettività, che Sezione e Gruppi portano avanti: sostegno agli anziani, pulizia del territorio, ripristino di piccoli fabbricati, lavori di manutenzione, fornitura di materiale sanitario, donazioni di sangue, midollo e organi e tanto altro.